MENU

Quintessenz

KALTERERSEE
CLASSICO
SUPERIORE
DOC 2017

“Chi è questo Dioniso che si venera come un dio? Egli è la fonte più grande di allegria per gli uomini.” (Euripide - I ciclopi 521)

Tipologia: Schiava
Età delle viti: 30 – 70 anni
Temperatura: 13 – 15 °C
Maturità ottimale: 2018 – 2023
Resa/ettaro: 55 hl/ha
Forma d'allevam.: pergola
Alcol: 13,0 %
Zucc. residui: 2,0 g/l
Acidità: 4,3 g/l

ANNATA

Dopo un inverno asciutto e un avvio precoce della germogliazione, verso la fine di aprile è arrivato un periodo di gelo, senza fare grossi danni. Già all’inizio di maggio sono comparse le prime infiorescenze. Il mese di luglio, caratterizzato da molta pioggia e da qualche temporale di calore, localmente accompagnato da grandine, ha segnato l’avvio dell’ultima fase di maturazione. La vendemmia è iniziata già a fine agosto ed in pochi giorni a inizio ottobre è stata terminata.

VINIFICAZIONE

Fermentazione in rosso con macerazione sulle bucce di 10 giorni a 25 °C, fermentazione malolattica seguita da una maturazione sulle fecce fini per sei mesi in cemento e grandi botti di legno.

VIGNETO

Selezione di vigneti di vecchie vigne a St. Josef con esposizione a sud e ad altezza tra i 230 e 500 m sopra il livello del mare. Terreno argilloso, ciottoloso calcareo, ben drenato e caldo.

SENSAZIONI DEGUSTATIVE

– rosso rubino brillante
– naso fruttato con aromi di ciliegia, lampone e fragola, leggeri sentori di mandorla
– entrata piena e sapida, con morbidi tannini che danno al vino rotondità e persistenza, finale fruttato

ABBINAMENTI CONSIGLIATI

Piacevole fuori pasto, si accompagna bene agli antipasti ed alle specialità tipiche tirolesi quali speck ed affettati, provatelo sulle carni bianche ed i formaggi freschi di latte vaccino.

PREMIAZIONI

Gambero Rosso – 2007-2012: 2 Bicchieri, 2013 e 2016: 3 Bicchieri
Trofeo Schiava – 2017, 2013: Schiava dell'anno
Bibenda – 2010, 2012: 3 Grappoli, 2011: 4 Grappoli
Vinibuoni d’Italia – 2014: Corona, 2016: Golden Star
Wine Enthusiast – 2011: Best buy
Falstaff – 2013: 90 p., 2017: 91 p.